Esperienze

25 agosto 2017
Candy Cam: una webserie per raccontare un’esperienza ecclesiale

Nel 2016, mesi prima che Papa Francesco annunciasse per l’autunno 2018 un Sinodo dei Vescovi dedicato ai Giovani, a Padova il nuovo vescovo Claudio convocava tutti i giovani per un Sinodo in cui loro fossero i protagonisti.
Negli ultimi dodici mesi, la diocesi di Padova – e in particolare attraverso l’Ufficio diocesano di pastorale dei giovani – si è impegnata a comunicare il Sinodo in ogni forma per raggiungere un numero sempre maggiore di ragazze e ragazzi under 35.

Tra le tante iniziative sperimentate, spesso veicolate attraverso i social network – Facebook e Instagram in particolare – c’è anche una webserie condivisa su Youtube.

Candy Cam, il titolo di questa serie di sketch, è stata prodotta dall’Ufficio comunicazioni sociali della diocesi di Padova in collaborazione con l’Ufficio diocesano di pastorale dei giovani.

«Si tratta di un modo simpatico e coinvolgente per parlare del Sinodo dei Giovani – spiega don Paolo Zaramella, responsabile di questo percorso pastorale –  e mettere al centro le domande, i dubbi, le questioni che passano per la mente dei ragazzi in questi mesi di preparazione. Un modo concreto, quello di una webserie, per stimolare il loro protagonismo e non considerarli semplicemente dei destinatari di una proposta o un mero oggetto di studio, come spesso accade nelle indagini dei sociologi o nelle preoccupate riunioni che possono aver luogo nelle nostre comunità cristiane».

Gli otto brevi video traggono ispirazione dalla nota serie Tv Camera Cafè con il distributore di bevande tramutato in una macchina che dispensa di volta in volta consigli, “perle di saggezza” e, in Quaresima, simpatiche penitenze. Protagonisti un gruppo di giovani della parrocchia di Montengrotto, in provincia di Padova, guidati dal loro viceparroco don Sebastiano Bertin, che attraverso una serie di rapide gag restituiscono il senso e gli snodi principali del Sinodo dei Giovani della diocesi di Padova. Gli episodi sono pubblicati sul sito Giovanipadova.it, sul canale Youtube della diocesi di Padova e sul profilo www.facebook.com/giovanidipadova.

L’esperienza di Candy Cam, che rende protagonisti i giovani di forme nuove di comunicazione anche a livello ecclesiale, potrà ispirare tanti altri a mettersi in gioco – e a mettere in gioco le energie più fresche che popolano le nostre parrocchie e le nostre associazioni.

Fonte: Diocesi Padova



SEGUICI SU