Pillole

8 maggio 2017
Bacheche aperte sì o no? Rischiamo qualcosa?

In che misura è conveniente aprirsi al “dialogo” on-line con bacheche, commenti ai post, social “aperti” per una parrocchia o un ordine religioso?

Nel caso di caricamento da parte degli utenti (c.d. uploaders), su un sito Internet, che offre il servizio di hosting, di un contenuto testuale, audio, video o multimediale, stante la mancanza di un obbligo generale di sorveglianza per i fornitori del servizio, sono gli utenti stessi ad essere titolari del trattamento dei dati personali di terzi.

Vi è, tuttavia, da osservare che anche il titolare del sito potrebbe essere ritenuto civilmente responsabile per le violazioni ad esempio in materia dei diritti di proprietà intellettuale o nel caso di notizie lesive della altrui reputazione realizzati da terzi mediante il loro sito, seppure tale responsabilità opera solo nel caso in cui gli stessi non abbiano adempiuto al proprio obbligo di sorveglianza attivato su segnalazione di singoli illeciti, ovvero non si siano attivati per rimuovere i contenuti incriminati, oppure li abbiano occultati solo temporaneamente, salvo, ovviamente una responsabilità diretta – eventualmente anche penale – qualora non si tratti di semplice inerzia ma di partecipazione dell’internet provider nella realizzazione dell’illecito.

avv. Carlo Acquaviva



SEGUICI SU