Webinar

Tracce di webpastorale

Webinar

14 novembre 2013
Tracce di webpastorale

Obiettivo:

Il corso ha l’obiettivo di approfondire alcune tematiche della comunicazione digitale con particolare riferimento all’attività pastorale. Nell’era delle reti digitali diventa sempre più importante l’acquisizione di quelle che vengono definite “competenze digitali” (Jenkins, 2010) senza fermarsi alla mera formazione all’uso degli strumenti. La diocesi di Padova e WeCa intendono offrire un percorso formativo finalizzato a delineare alcune opportunità offerte dai media digitali in un ambito specifico come quello delle attività pastorali quotidiane del mondo ecclesiale.

Destinatari: 

Il corso è rivolto a:

– coloro che si stanno preparando alla consacrazione presbiterale e che sono già inseriti in un percorso formativo all’interno di un seminario;

– religiose e religiosi all’interno delle proprie comunità;

– operatori pastorali coinvolti nelle attività pastorali della propria parrocchia.

È consigliabile la partecipazione e fruizione condivisa all’interno della rispettiva comunità, sia essa il seminario, la comunità religiosa o il gruppo parrocchiale.

Il corso è già stato erogato con successo agli alunni del Seminario Maggiore di Padova, inserito all’interno del percorso formativo ufficiale dell’ultimo anno di teologia.

Modalità di erogazione: 

Il corso prevede la somministrazione online di quattro moduli di apprendimento, di circa 35 minuti ciascuno. Le lezioni sono state registrate sulla piattaforma di e-learning Moodle in una versione personalizzata. Alle lezioni frontali sarà affiancato un servizio di tutoraggio attraverso il quale sarà facilitata e sollecitata l’interazione e la partecipazione dei discenti.

Docenti:

Marco Sanavio, direttore dell’Ufficio di pastorale della comunicazione della diocesi di Padova

Michele Visentin, dirigente scolastico – pedagogista

Arianna Prevedello, responsabile progetti Ucs Padova e vicepresidente nazionale Acec

Articolazione del corso

Introduzione

Illustrazione degli obiettivi del corso, presentazione dei docenti, indicazioni circa le modalità di erogazione del corso.

1. Metamorfosi delle codifiche (Sanavio) 

Come cambia il linguaggio nell’era dei media digitali

Il modulo spiega come l’ingresso massiccio del digitale nella vita quotidiana abbia mutato, in buona parte, anche il linguaggio con il quale ci esprimiamo. Viviamo in un’epoca di transizione fra la prevalenza di una comunicazione di tipo alfabetico e una presenza più consistente del linguaggio simbolico, che rende l’adeguamento del linguaggio un processo in itinere. Il modulo analizza come cambia il nostro modo di esprimerci, non essendo più sufficiente comporre la comunicazione in maniera logico-consequenziale secondo gli schemi classici che i linguisti e i matematici ci hanno consegnato nel secolo scorso.
2. Dinamiche di flusso (Visentin) 

Oltre il mito del virtuale, per raggiungere i ragazzi in maniera più efficace

Il modulo introduce al tema delle trasformazioni delle modalità di educazione nell’era digitale. In un tempo in cui le cornici dell’interazione sociale sono in movimento, anche l’educazione si interroga. Le possibilità di stabilire relazioni profonde e di coltivare l’intimità sono minacciate dalle nuove opportunità di comunicazione massmediale? Uno sguardo specifico sarà dedicato al come raggiungere in maniera più efficace i ragazzi.
3. Integrazione delle strategie (Prevedello)  

Qualche suggerimento su come raggiungere i “lontani” in modo efficace

Il modulo analizza le diverse modalità di comunicazione che possono rendere una strategia di comunicazione efficace, focalizzando l’attenzione sugli aspetti positivi derivanti dalla scelta di adottare strategie “miste”, in parte in presenza e in parte mediate dal web. Si cercherà di rispondere alle seguenti domande: quale uso di contributi multimediali? Quale la scelta migliore di spazi, tempi e ritmi opportuni di comunicazione? La scelta di adeguate modalità di comunicazione può risultare efficace, in particolare per raggiungere gli adulti che sono marginali rispetto alle consuete sfere di interazione dell’azione pastorale.

4. Estensioni della percezione (Sanavio)  

Ipotesi per utilizzare il web come strumento a servizio della pastorale

La rivoluzione digitale ha cambiato la direzione dei flussi di comunicazione e la tradizionale separazione fra emittente e ricevente. Oggi, è sempre più importante nella scelta di un’adeguata strategia comunicativa porsi dal punto di vista di chi riceve il messaggio e  non più solo dal lato dell’emittente. Il modulo approfondisce l’importanza di valorizzare la partecipazione degli utenti tramite la rete in cui i contatti mediati dall’elettronica diventano legami sociali ancor prima che modalità e ambienti di comunicazione. Saranno fornite indicazioni utili sulle modalità attraverso cui generare nuovi percorsi di prossimità con gli adulti che utilizzano la rete.

Per iscriversi 

Per iscriversi occorre inviare una richiesta a info@webcattolici.it

La richiesta dovrà essere inoltrata:

– dal rettore del seminario,

– dal superiore della comunità religiosa,

– dal parroco nel caso di richiesta per operatori pastorali.

In quest’ultimo caso, al momento non è previsto il servizio di tutoraggio, dato il prevedibile numero elevato di richieste.

La partecipazione al corso è gratuita.

Verrà data priorità temporale alle richieste che intendono includere il corso all’interno di un percorso formativo già strutturato.