News

La messa in 30 parole. La guida per immergersi nella bellezza della liturgia

News

15 Novembre 2021
La messa in 30 parole. La guida per immergersi nella bellezza della liturgia

«La messa in 30 parole» è un cammino semplice e costruttivo che ripercorre tutti i momenti della messa aiutandoci a comprendere che non ci troviamo di fronte a dettami da ossequiare, né di «cose da capire», ma di «cose da vivere». Il libro (La messa in 30 parole. Un piccolo abbecedario. Paoline Editoriale Libri, anno 2021, costo 13 euro), arricchito da alcuni disegni di Luca Palazzi, è un piccolo abbecedario in cui Andrea Grillo parla agli adulti e Daniela Conti ai più piccoli. Offrendo al lettore un itinerario liturgico, propone una preparazione alla Messa come introduzione ai suoi linguaggi fondamentali. Gli autori, riferendosi alla nuova edizione del Messale, facilitano la comprensione del rito che celebriamo portandoci a cogliere i momenti significativi della liturgia eucaristica per immergersi nella sua verità e gustarne la forza. La messa conquista chi vi partecipa: «è agire parlando, agire mangiando, agire pregando, come comunità e come singoli».

Nell’introduzione, fatta dagli stessi autori, scopriamo che: «Come la messa è una pluralità di codici, così anche in questo testo vengono usati tre registri. Il primo è quello di una ricostruzione dei linguaggi implicati in ogni momento rituale: il glossario è infatti disposto secondo l’ordine della sequenza rituale. Il secondo è quello destinato al lettore in formazione: ragazzi, ma anche catecumeni e esperti, nel senso di coloro che cercano Cristo: per questo utilizza esempi e figure semplici e immediate. Il terzo è puramente iconico, una immagine disegnata, che inaugura e segna ogni voce, aprendoci ad essa… Le rubriche sono rimandi al corpo, allo spazio, al tempo, all’azione… La liturgia è il linguaggio comune, al quale partecipiamo in comunità. Perché questo sia vero, e perché noi diventiamo comunità sacerdotale, dobbiamo riconoscere di celebrare come uomini adulti e donne adulte, ma tutti e tutte capaci di riscoprire l’animale, il bambino, il primitivo e il pazzo che abita in noi e del quale viviamo. Senza questa riscoperta, profonda ed elementare, nessuno può davvero celebrare».

La Liturgia non è soltanto rito, canto e parola, ma è anche quello che riusciamo a costruire dentro di noi per celebrare e fare esperienza del mistero che salva. È una profonda rielaborazione dell’esperienza di fede, un momento propizio per accogliere il Signore che ci parla e redime, e rispondere con generosità alla sua Parola e alla sua grazia.

Andrea Grillo, insegna Teologia dei sacramenti al Pontificio Ateneo Sant’Anselmo di Roma; Daniela Conti, insegna Religione cattolica nella Scuola secondaria di Primo Grado in provincia di Verona e Luca Palazzi è presbitero della diocesi di Modena-Nonandola, con il talento per la liturgia e per il disegno. Per i lettori che desiderano conoscere un po’ di più il contenuto del libro per poi farne uno strumento utile per l’attività in parrocchia c’è la possibilità di sfogliare e scaricare l’estratto dal sito www.paolinestore.it.

suor Teresa Braccio

 

La pagina WeCa su Avvenire-Lazio Sette di domenica 31 ottobre 2021


Verso la 49a Settimana Sociale

Per Associarsi a WeCa

Guida al Web - Ed. 2020

Un Sito alla Settimana

SEGUICI SU