Tutorial

Whatsapp e Whatsapp Business. Quale scegliere?

Tutorial

22 Gennaio 2020
Whatsapp e Whatsapp Business. Quale scegliere?

Che Whatsapp sia uno dei sistemi di messaggistica istantanea più usati nel mondo è un dato di fatto: miliardi di messaggi, foto, video e files vengono scambiati in tutto il mondo ogni ora. Molto usate sono anche le funzioni di chiamata e video chiamata che la chat di Zuckerberg mette a disposizione. Chi di noi non ha avviato una chiamata su Whatsapp per sbaglio pensando di telefonare invece col proprio operatore? E quante volte ci siamo visti con la fotocamera del cellulare in una video chiamata tra amici e parenti o abbiamo “spiato” le storie pubblicate dai nostri contatti in rubrica?

Su Whatsapp fanno furore i gruppi, così utili per confrontarsi su argomenti comuni ma cosi molesti per l’elevato numero di notifiche che si ricevono con conseguente riduzione della durata della batteria in un batter d’occhio.

E poi ci sono i messaggi broadcast, molto importanti quando si vuole raggiungere tutti i contatti della rubrica con un annuncio o una comunicazione avviando poi singole conversazioni con ciascuno dei destinatari. Un modo per simulare un’attenzione diretta quando invece il messaggio lo si sta inviando a decine di persone.

L’avvento di Whatsapp Web ha poi migliorato anche l’esperienza utente permettendo l’uso della chat anche da PC (lo sapevi vero? Digita nel tuo browser l’indirizzo https://web.whatsapp.com e segui le istruzioni)

Non tutti sanno però che di Whatsapp esistono due versioni: quella standard che tutti noi usiamo e quella Business, pensata per un uso più professionale. La versione Business eredita tutte le funzioni della versione standard ma in più ha alcuni elementi che lo rendono particolarmente utile. Vediamone alcuni:

  • Con Whatsapp Business è possibile “etichettare” le conversazioni. In questo modo è possibile raggrupparle, e con esse anche le persone, per tipologia o per tematica. Una funzione molto comoda se poi si vogliono inviare messaggi broadcast solo a determinate etichette.
  • Con la versione Business è possibile impostare i messaggi automatici. Infatti possiamo attivare un messaggio standard di benvenuto quando qualcuno ti scrive per la prima volta. Oppure risposte automatiche quando sei in vacanza o non puoi rispondere. Infine è possibile impostare anche delle risposte rapide per velocizzare i tempi. Scrivendo per esempio /grazie in automatico viene inviato un testo di ringraziamento che si era preparato a monte.
  • È possibile abbinare anche un numero di telefono fisso anziché un cellulare.
  • È possibile creare un vero e proprio profilo inserendo i dati dell’attività, gli orari, le opzioni di contatto, la posizione della sede e i servizi che vengono offerti
  • Infine, ultima arrivata, è la possibilità di inserire un catalogo di prodotti e servizi che poi potranno essere inviati velocemente ai nostri destinatari.

Quindi, versione standard o business?

Dipende dall’uso che se ne fa. Sicuramente se lo usi per messaggiare con gli amici la versione standard fa al caso tuo. Ma se sei un educatore, un insegnante, un sacerdote, un parroco forse la versione Business potrebbe aiutarti nella gestione di una comunicazione più strutturata ed organizzata. Nel dubbio, consiglierei di provarla (è sempre gratuita) e poi decidere se mantenere la versione business oppure tornare alla standard.

Testi: Danilo Di Leo



Per Associarsi a WeCa

Un Sito alla Settimana

SEGUICI SU