Tutorial

Tutorial Stagione 3

Qumran2.net: una banca dati di materiale per la pastorale

Tutorial Stagione 3

21 Aprile 2021
Qumran2.net: una banca dati di materiale per la pastorale

Una parola per descriverlo? Utile. Anzi, no: irrinunciabile.

Il sito Qumran2.net è uno dei più siti cattolici italiani più longevi. Ed è questo sito il protagonista del #TutorialWeCa di questa settimana. Catechisti, educatori, animatori, capiscout, accompagnatori di attività con giovani e famiglie: per tutte queste figure Qumran2.net, dal lontano 25 novembre 1998, è un punto di riferimento prezioso per reperire testi, riflessioni, immagini, materiali e tanto altro ancora.

Fondata dall’amico di WeCa don Giovanni Benvenuto, Qumran2.net è  gestito dall’associazione Qumran, associazione privata di fedeli riconosciuta dall’Arcidiocesi di Genova che, come dice lo statuto, “si propone la diffusione del messaggio evangelico nella comunione della Chiesa cattolica tramite i mezzi di comunicazione sociale, con particolare ma non esclusivo riguardo ai mezzi informatici e telematici”.

Il nome  del sito e dell’associazione è  ispirato alle celebri grotte di Qumran, nelle quali nel 1946 furono rinvenuti importanti manoscritti ebraici antichi anteriori al 70 d.C. Il nome  è stato scelto perché la banca dati è paragonabile alle famose grotte vicino al Mar Morto: da essa è possibile estrarre documenti utili per le attività pastorali della Chiesa.

Ogni giorno Qumran è visitato da più di 25 mila persone, riceve 800 mila visite al mese, per più di 4 milioni e mezzo di pagine visualizzate; ma soprattutto, Qumran cresce giorno dopo giorno, grazie ai materiali che vengono messi a disposizione da un’infinità di soggetti e volontari di ogni tipo, vagliati e inseriti manualmente da una segretaria che si occupa di Qumran a tempo pieno.

Ma cosa si trova dentro Qumran2.net?

Il menù ci offre le voci testi, video, presentazioni, audio, immagini, ritagli, commenti, idee, giochi.

All’interno della sezione testi, che conta 35 mila documenti, troviamo materiali per l’animazione della domenica, sussidi per preghiere, celebrazioni e ritiri, attività scout, documenti su giovani, famiglia, migrazioni, missioni, testi dal magistero, materiale dalla Bibbia e Lectio Divina, nonché spunti utili per spiritualità, cineforum ed educazione alla carità.

Nella sezione video ci sono oltre 750 video. La maggior parte di questi contenuti non si trovano fisicamente dentro Qumran, ma in altri siti, come ad esempio Youtube. La grande maggioranza dei video all’interno di questa sezione è composta da riflessioni sui Vangeli della domenica e cartoni animati per la catechesi dei più piccoli.

Nella sezione “presentazioni” quasi 500 presentazioni power point su temi relativi all’anno liturgico, spirituale, vite di santi e materiali didattici per la catechesi.

Tra i fiori all’occhiello di Qumran2.net c’è la sezione immagini, una vasta gamma di cartelle di immagini perfette per le attività di ogni giorno in parrocchia. Dipinti, silhouette, immagini per la catechesi divise per argomenti, sacramenti, racconti dalla vita di Gesù.

Se la sezione “Vangeli” ci permette di trovare le letture della messa della domenica e delle feste di precetto – disponibili anche secondo il rito ambrosiano, la sezione “Commenti” ci mette a disposizione, in formato testuale, in formato video e anche in formato audio i commenti del Vangelo della domenica in centinaia di diverse proposte. Si tratta di spunti utili non solo per i nostri sacerdoti per confrontarsi con altri preti al fine di preparare l’omelia per la celebrazione della messa, ma anche di un archivio prezioso che permette al fedele di vivere da molte prospettive diverse il Vangelo della domenica che si trova a vivere.

Qumran2.net mette a disposizione anche una newsletter, per essere costantemente aggiornati sulle ultime novità del sito.

Della famiglia dell’associazione Qumran fanno anche parte Cathopedia, una versione “cattolica” di Wikipedia dove sviluppare in modo più approfondito gli elementi della fede e “Sguardo Cattolico”, un aggregatore di alcuni tra i principali blog cattolici italiani.

Oggi ci siamo limitati a presentare Qumran per quello che è. Ma c’è dell’altro.

Quella che è indubbiamente una grandissima risorsa per gli operatori pastorali, che gode delle logiche di condivisione, apertura e gratuità tipiche del web, può anche diventare un limite se usata in maniera acritica. Mi spiego meglio: non ci si può improvvisare catechisti soltanto perché si è in grado di stampare un sussidio da Qumran, né tantomeno animatori perché si esegue un’attività descritta sul sito. È importante infatti saper utilizzare questa ricchezza di informazioni adattandole al contesto in cui ci si trova ad operare, preparandosi adeguatamente al proprio servizio pastorale, mettendoci sempre un pizzico di originalità. È agendo in questo modo che si può davvero sfruttare pienamente il potenziale di Qumran.

Ci torneremo più avanti. Nel frattempo, buona navigazione!

Testi: Andrea Canton


Per Associarsi a WeCa

Guida al Web - Ed. 2020

Un Sito alla Settimana

SEGUICI SU