Tutorial

9 Ottobre 2016
Come posso far trovare la mia parrocchia su Google?

Pagine: 1 2 3 4 5

Come registrare una parrocchia o un ente ecclesiale su Google My Business.

Per cominciare visita il sito di My Business e premi su “Inizia ora”. Dovrai disporre di un account Google (in buona sostanza, una casella di posta Gmail) per eseguire questa procedura.

myb8

Arriverai alla finestra “Trova la tua attività”.

myb9

Inserisci nella barra di ricerca il nome della tua parrocchia, fornendo in caso anche la località in cui essa si trova. Ovviamente questa procedura è identica per ogni altro ente, come un convento, un asilo o un cinema parrocchiale. Ti troverai di fronte a due possibilità.

La prima possibilità è quella di non ottenere alcun risultato.

myb10

Dopo aver verificato che la parrocchia non sia registrata su Google My Business, provando con altre formulazioni, clicca su “Ho inserito correttamente il nome e l’indirizzo” e inserisci manualmente tutti i dati, compilando il menù che vedi in questa immagine. È importante segnalare nel campo “Categoria” la dicitura “Chiesa Cattolica”.

myb11

La seconda possibilità è quella più frequente. Se trovi il nome della tua parrocchia con i dati corrispondenti, cliccaci sopra. Potrai così rivendicare la tua attività e gestire la scheda in prima persona.

myb12

Dovrai dichiarare di avere i diritti per rivendicare l’attività e poi premere il tasto “Continua”.

Verrà creata in questa occasione una pagina Google+ della parrocchia (istituto religioso o scuola). Che significa? Non preoccuparti, più tardi te lo mostreremo.

myb13

 

Per impedire a mitomani di gestire senza permesso attività pubbliche (anche delicate), Google ha predisposto un sistema di verifica. Puoi scegliere di ricevere un codice tramite cartolina postale o attraverso una telefonata al numero fisso. Dopo aver inserito il codice potrai avere accesso a tutte le funzionalità.

Ovviamente consiglio la scelta della telefonata perché è molto più veloce.

myb14

A questo punto diventa un gioco da ragazzi. Attraverso il tuo profilo Google, accendendo a My Business (www.business.google.com) potrai modificare tutti i parametri eventualmente errati, come l’indirizzo, il sito web e i contatti telefonici e aggiungere i dati mancanti.

myb15

Fai attenzione al campo “Orario”:

myb16

Questo campo è stato pensato non tanto per una parrocchia, quanto per uffici ed esercizi commerciali.

Il mio consiglio? Compilalo inserendo gli orari in cui la chiesa è aperta, oppure gli orari durante i quali qualcuno è reperibile in parrocchia. Non, insomma, gli orari delle messe, che puoi comunque inserire come testo semplice nel campo “Descrizione”. Il dilemma è di più facile risoluzione per scuole o istituti religiosi, che hanno un orario di apertura al pubblico ben definito.

Un campo fondamentale è “Etichette”, che permette di utilizzare fino a dieci parole chiave (anche composte) per facilitare il reperimento della nostra realtà sul motore di ricerca. Scrivi i diversi modi attraverso cui ti potrebbero cercare su Google.

Tutti questi dati saranno visibili solo dopo una revisione da parte dei dipendenti di Google, per impedire che qualche bontempone possa inserire contenuti non appropriati in un luogo così visibile.


Pagine: 1 2 3 4 5



Per Associarsi a WeCa

Un Sito alla Settimana

SEGUICI SU